VAI AI CONTENUTI

Cos'è

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

Il benessere e la relativa facilita di accesso ai cibi - che si presentano sempre piu pronti, rapidi da assumere (fast-food), tendenzialmente caratterizzati da una eccessiva qualita organolettica che li vede sapidi, invitanti, ipercalorici - ne hanno favorito l'abuso determinando nel tempo difficolta di gestione e controllo.
Questo, associato ad una progressiva diminuzione dell'attivita fisica dell'uomo, sempre piu favorito dalla tecnologia nei suoi movimenti e nelle attivita quotidiane, ha contribuito ad aumentare nella popolazione mondiale (con particolare riferimento ai paesi occidentali ed industrializzati) da un lato gli stati di obesita-sovrappeso dall'altro - per contraddizione e reazione - i Disturbi del Comportamento Alimentare.

I Disturbi del Comportamento Alimentare sono patologie non raramente mistificate, che giungono all'attenzione dei tecnici solo in fasi avanzate di malattia.
Essi sono caratterizzati da estreme forme di restrizione e rinunce che possono arrivare fino a gravi stati di emaciazione fisica (Anoressia) o da abbuffate compulsive, seguite da sensi di colpa e compensate da meccanismi purgativi/espulsivi (uso di lassativi e vomito autoindotto).

Si tratta di patologie complesse, caratterizzate da sindromi mediche correlate (da lievi a gravissime) con una tipica co-presenza di aspetti medico-internistici-endocrinologici e piu squisitamente psichiatrici che le rende assolutamente specifiche e uniche nella loro modalita espressiva.
La difficolta di una corretta diagnosi e diagnosi differenziale rende difficile la messa in campo di strategie di intervento preventivo.

E' da tener presente che sia l'obesita sia i DCA sono manifestazioni formali di un disagio psicologico che trova nel corpo il suo specifico e doloroso "campo di battaglia". Il paziente vive costantemente in un precario equilibrio tra soma e psiche. Il corpo, provato e trasformato dalla sofferenza psicologica, arriva ad esprimere una condizione clinica che deve necessariamente essere affrontata da una equipe multidisciplinare.

VAI AL MENU'